I diversi tipi di carezza penica

Prese il suo pene tra le mani, I diversi tipi di carezza penica

Masturbazione: così lo fai impazzire!

Questo avvenimento fin ora non ne avevo mai parlato a nessuno, ne avevo solo accennato a mia moglie mantenendomi sul vago, ma fino ad alcuni anni fa, quando andavamo al cinema, il ricordo riaffiorava e finiva sempre con una bella sega. Una sera d'inverno facendo una passeggiata con gli amici passammo vicino ad un cinema a luci rosse, quindi ci fermammo a vedere un po' le locandine e notai che alla cassa vi era una signora che conoscevo.

Il film mi attirava molto ma non potevo entrare dato la mia giovane età infatti era un film vietato ai minori di 18 anno, quindi la voglia di trasgredire, di sentirsi più grandi, una volta lasciati gli amici tentai di entrare.

La cassiera che conoscevo dopo un po' di mie insistenze cedette e pagato il biglietto entrai nel cinema.

prese il suo pene tra le mani

Mi fermai vicino alla spessa tenda per far abituare gli occhi all'oscurità e notai poche persone. Il film era con Moana Pozzi e Cicciolina che si davano da fare alla grande, mi guardai intorno e vidi alcune file davanti a me uno che dal movimento del corpo e del braccio si stava sicuramente masturbando, il prese il suo pene tra le mani era molto eccitante in quel momento Moana stava spompinando un nero con un cazzo assurdo lungo almeno 25 cm.

Esci da Fullscreen Ci vedevamo spesso, o perlomeno, nonostante cercassimo di evitare i nostri frequenti incontri non potevamo fare a meno di desiderare l'uno il corpo dell'altra. Come diceva quella canzone? Io ci tengo davvero a te, baby, ma credo sia giusto debba farti un po' male.

Mi stavo eccitando, infatti misi il cappotto sulle gambe e feci sparire la mano. Aprii la zip e inizia a toccarmi piano guardando il film, il mio cazzo cresceva, iniziai far scorrere la mano su e giù, tanto non si vedeva perchè era sotto il cappotto.

La racchiusa Prendete il pene con entrambe le mani disposte come due panini che racchiudono una salsiccia. Poi sceccherate.

Avevo il cazzo durissimo, all'improvviso vidi dei movimenti nella mia stessa fila, un ragazzo di almeno 30 anni si era seduto in un sedile vicino al corridoio. Il film scorreva e mi eccitavo sempre più e dimenticandomi del tipo che era seduto qualche posto più in la ripresi a masturbarmi con più vigore.

prese il suo pene tra le mani

La mano andava sempre più veloce e i mie occhi erano chiusi dal piacere e non feci caso che il tipo si era seduto accanto, sentii la sua mano che mi accarezzava la gamba. Mi guardai intorno, non c'era nessuno, mi rilassai e dopo una lunga erezione lui mi accarezzava le palle con maestria.

Francesca e il mare

Quel lavoro fu per me sconvolgente, fino ad allora nessuno mi aveva toccato, al limite qualche ragazza lo aveva fatto da sopra i pantaloni, quindi erano per me delle sensazioni indescrivibili e lo lasciai fare.

Mi ripulii alla meglio con un fazzoletto di carta, lo sconosciuto di fianco continuava a toccarmi la gamba, mi fece i complimenti per la sborrata e per, a suo dire, il buon sapore, lo ringraziai, mi chiese se era la prima volta che venivo masturbato da un uomo e se mi era piaciuto.

Gli risposi che era la stata la prima masturbazione che ricevevo in assoluto e che avevo goduto molto intensamente. Mentre parlavamo il cinema si era quasi del tutto svuotato, il film continuava e Cicciolina sopra Moana in posizione 69 era sodomizzata alla grande.

Artista del sesso... più di me

Avevo imparato il movimento e il suo pene scivolava nella mia mano dandomi piacere, in quel momento non avrei smesso per nessun motivo al mondo, stava diventando durissimo, lo sentivo ansimare. Mi ritrovai con il suo cazzo all'altezza della mia faccia.

prese il suo pene tra le mani

Io non sapevo cosa fare, fino a poco tempo prima prendere in mano il cazzo di un uomo sarebbe stato inpensabile, ora invece mi piaceva tantissimo, provai. Con la lingua toccai la cappella e la sentii prese il suo pene tra le mani da una sostanza calda e un po salata, un liquido trasparente si attaccava con dei filamenti alle mie labbra.

Lo leccai, era buono, poi aprii la bocca e cercai di far entrare la cappella, era molto difficoltoso ma il liquido di prima la fece scivolare dentro, lui mi prese la testa e la spinse verso il basso facendo entrare il pene per una metà tanto da toccarmi la gola, sentivo la sua cappella vibrare, facendomi capire che dovevo muovermi su e giù.

prese il suo pene tra le mani

Ingoiai tutto la sua eiaculazione. Mi tolse con il dito lo sperma che avevo sulle labbra e lo rimise nel mio ano, lo sentii tutto bagnato e caldo dandomi piacere tanto che venni pure io.

Condividi su facebook gpt native-top-foglia-sex Qual è il modo migliore per masturbare un ragazzo? Non c'è un unico metodo, ma dipende dalle preferenze e dalla fantasia di entrambi i partner.

Le mie contrazioni facevano stringere lo sfintere sul quel dito aumentando il godimento. Non lo rividi più. Ancora oggi andando al cinema ho sempre la speranza di ripetere l'esperienza.

prese il suo pene tra le mani

Abonnement 23 il y a 7 ans 8